Il Sistema: un punto di riferimento per il futuro del risparmio energetico

news-decreto-termico
Ultime news Nuovi incentivi al termico ed efficienza energetica

Via libera dal Ministero dello Sviluppo economico allo schema di decreto per gli incentivi al termico e alla riqualificazione energetica. Il decreto, che passa ora all’esame della Conferenza Unificata, si propone infatti il duplice obiettivo di dare impulso alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili (pompe di calore, solare termico, riscaldamento a biomassa, e solar cooling) e di accelerare  i progetti di riqualificazione energetica degli edifici pubblici. Ottima notizia per i prodotti Eca Technology quali solare termico e le pompe di calore che rientrano in questo nuovo piano di incentivazione. In particolare la pompa di calore trivalente Acquainverter per la produzione di acqua calda fino a 55° C per il bagno e il riscaldamento e di acqua refrigerata per il condizionamento da 5° a 20° C.

Per quanto riguarda le fonti rinnovabili termiche, il nuovo sistema incentivante promuoverà interventi di piccole dimensioni, tipicamente per usi domestici e per piccole aziende, comprese le serre, fino ad ora poco supportati da politiche di sostegno. Il cittadino e l’impresa potranno dunque più facilmente sostenere l’investimento per installare nuovi impianti rinnovabili ed efficienti (con un costo di alcune migliaia di euro) grazie a un incentivo che coprirà mediamente il 40% dell’investimento e che verrà erogato in 2 anni (5 anni per gli interventi più onerosi). In questo modo, inoltre, si rafforza la leadership tecnologica della filiera nazionale in comparti con un forte potenziale di crescita internazionale.

Per quel che riguarda invece gli incentivi all’efficienza energetica per la Pubblica Amministrazione, il provvedimento aiuta a superare le restrizioni fiscali e di bilancio che non hanno finora consentito alle amministrazioni di sfruttare pienamente le potenzialità offerte dal risparmio energetico. I nuovi strumenti daranno dunque un contributo essenziale anche al raggiungimento degli obiettivi europei in termini di riqualificazione energetica degli edifici pubblici, dando a questo settore un ruolo di esempio e guida per il resto dell’economia.

Sarà il Gestore dei servizi energetici ad aggiornare sul proprio portale l’avanzamento della spesa, a gestire l’erogazione degli aiuti e a curare le verifiche, mentre ai tre ministeri coinvolti nella materia spetterà l’aggiornamento periodico dell’ammontare degli incentivi.

Per accedere agli incentivi – non cumulabili con altri aiuti statali e non validi se gli impianti vengono installati per coprire gli obblighi di legge previsti per gli edifici nuovi o ristrutturati - i soggetti interessati devono presentare domanda al Gestore dei servizi energetici, che renderà disponibile sul proprio portale la scheda da trasmettere in modalità telematica, entro 60 giorni dalla realizzazione dell’intervento o dal completamento dei lavori.

Per leggere il decreto completo clicca QUI

Per visionare Esempi applicativi del conto termico clicca QUI

Visualizza la scheda del solare termico ECA Technology >>

Visualizza la scheda della pompa di calore trivalente ACQUAINVERTER >>